La nostra storia

La nostra storia

1952

Un gruppo formato da piccoli imprenditori, artigiani, agricoltori e professionisti di Alberobello decide di dare vita alla Cassa Rurale e Artigiana. Settantacinque soci fondatori formalizzano la propria decisione dinanzi al notaio il 15 novembre.
Il 16 aprile 1953 il Governatore della Banca d’Italia, con apposito provvedimento, autorizza l’esercizio dell’attività bancaria. Il primo sportello viene inaugurato il 28 maggio dello stesso anno nella sede di piazza del Popolo al civico 7. La costituzione della Cassa Rurale e Artigiana di Alberobello nasce dall’esigenza del piccolo centro, prevalentemente agricolo all’epoca, di avere una banca espressione della comunità per sostenere l’iniziativa di agricoltori, artigiani e piccoli imprenditori e lo sviluppo del territorio nella forma di una società cooperativa a mutualità prevalente e a responsabilità limitata.

Anni '90

La Banca conserva la denominazione di Cassa Rurale fino al 1994 quando, per effetto del nuovo Testo Unico Bancario (Decreto Legislativo n. 385 del 1° settembre 1993), assume quella di Banca di credito Cooperativo. Gli anni ’90 segnano anche l’inizio dell’espansione della Banca con l’apertura delle filiali a Noci, Martina Franca e Mottola.

Anni 2000

Il 2001 coincide con una tappa storica. Il 29 dicembre, dalla fusione con la Bcc di Sammichele di Bari - costituita come società cooperativa Cassa Rurale e Artigiana il 2 dicembre 1951 e autorizzata dalla Banca d’Italia all’esercizio dell’attività il 21 aprile del 1952- nasce la Banca di Credito Cooperativo di Alberobello e Sammichele di Bari.
La fusione segna un passaggio di particolare rilevanza per l’istituto di credito che comincia ad assumere una dimensione interregionale in quanto la Bcc di Sammichele porta in dote lo sportello di Pisticci (Matera) acquisito con l’incorporazione dell’ex Bcc del Metapontino.
Negli anni più recenti, la Bcc di Alberobello e Sammichele di Bari consolida la sua presenza sul territorio lucano con l’apertura della filiale a Montescaglioso il 3 agosto 2015.

Nuovi sportelli

Il 20 giugno 2016 costituisce un’altra tappa storica: viene inaugurata la filiale di Matera, sito Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità come Alberobello, meta del turismo internazionale col suo ineguagliabile scenario dei famosi Sassi.
Il 26 maggio 2017 la Banca apre il secondo sportello virtuale del Sud Italia dopo quello di Polignano a Mare, nonché il primo in Basilicata, a Marconia, frazione di Pisticci dalle dimensioni demografiche di un comune con i suoi circa 9000 abitanti. Si tratta di servizi che aprono le porte alle filiali del futuro con l’assistenza di un operatore a distanza che, in collegamento video, guida il cliente nelle principali operazioni bancarie.

Adesione al Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale Banca

In ottemperanza alla legge n. 49/2016 di riforma del credito cooperativo, il 18 novembre 2018 l’Assemblea dei Soci sancisce l’ingresso nel Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale Banca operativo dal 1° gennaio 2019. Nei gruppi si rafforzano le identità delle banche locali forti delle proprie radici nelle comunità delle quali sono espressione.
Negli ultimi anni prosegue l’espansione della Banca nei centri di importanza strategica per l’economia del Sud Est Barese. Il 15 aprile 2019 apre la 12esima filiale, a Polignano a Mare.

2020

Il 30 novembre 2020 costituisce un’altra data storica poiché segna l’avvio del percorso di fusione per incorporazione con la Bcc di Monopoli. Il percorso si conclude il 1° luglio 2021 con la nascita della Bcc di Alberobello, Sammichele e Monopoli.
La Bcc di Alberobello, Sammichele e Monopoli con 13 filiali e 2 sportelli virtuali è al servizio di famiglie e imprese dei territori di Puglia e Lucania ed entro l’autunno del 2021 aprirà a Ferrandina (Matera) la sua 14esima filiale, nonché la quarta del polo lucano.